Igiene Triassi Pdf, Cosa Mangiare A Napoli, Liceo Galilei Pescara Open Day 2019 2020, Parcheggio Residenti Firenze 2020, Dribbling Significato Calcio, Come Si Dice Martedì In Inglese, Aloha 'oe Ukulele, Temi Da Trattare, Attivazione Pec Aruba, " /> Igiene Triassi Pdf, Cosa Mangiare A Napoli, Liceo Galilei Pescara Open Day 2019 2020, Parcheggio Residenti Firenze 2020, Dribbling Significato Calcio, Come Si Dice Martedì In Inglese, Aloha 'oe Ukulele, Temi Da Trattare, Attivazione Pec Aruba, " />

Il resto del giorno passò senza che accadesse nulla perché i romani non si azzardarono ad avvicinarsi alle fortificazioni di Asdrubale. Il generale cartaginese, vedendo che non c'era altro da fare o semplicemente non volendo essere preso prigioniero, caricò nel mezzo della battaglia, incontrando una fine gloriosa. Scoraggiato, ritirò le truppe dal campo. Nerone non mostrò alcun rispetto per il suo avversario caduto. A seguito della firma di un accordo con l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e dell’autorizzazione concessa della Soprintendenza di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, dalla fine del 2018 sono state realizzate varie opere di catalogazione, analisi e campionamento di dardi in piombo che i ricercatori del progetto hanno analizzato tra quelli conservati nella collezione del Museo Civico di Fossombrone, con l’obiettivo di riconoscere la loro possibile relazione tra la Battaglia del Metauro e la Battaglia di Baecula (208 a.C.). Quando però venne la notte, questi portò silenziosamente la sua armata fuori dal campo con l'intenzione di ritirarsi in Gallia, dove avrebbe potuto stabilire comunicazioni con Annibale senza pericolo. L’approccio di ricerca avviato dai ricercatori si basa sull’analisi integrale delle diverse proposte, considerandole come base per lo svolgimento di indagini archeologiche per validarle. Se chiudi questo banner e\u00a0accedi ad altri elementi della pagina facendo scorrere il mouse, acconsenti all'uso dei cookies. The first intelligence of his return, to Hannibal, was the sight of Hasdrubal's head thrown into his camp. oppure vai al, I vari luoghi ipotizzati per la battaglia del Metauro, Territorio lungo il Metauro tra Montemaggiore e Tavernelle di Serrungarina (da BALDELLI et al. 61032 Fano PU Lo scontro del Metauro vide Roma, per la prima volta, vincere una battaglia campale in Italia dall'inizio della guerra. Le forze cartaginesi erano guidate da Asdrubale Barca, fratello di Annibale, che si suppone portasse rinforzi per l'assedio di Roma. Dalla fondazione di Roma alla distruzione di Cartagine, La battaglia del Metauro (207 a.C.), a cura di Aldo Deli, Conquista romana della Spagna durante la seconda guerra punica, Trattato tra Annibale e Filippo V di Macedonia, La seconda guerra punica (219 ~ 201 a.C.), La seconda guerra punica nell'eredità storica culturale, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Battaglia_del_Metauro&oldid=112101236, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Anche Asdrubale schierò le proprie truppe ma, dopo una più attenta valutazione delle forze messe in campo contro di lui, osservò che l'armata di Salinatore sembrava essere cresciuta considerevolmente e che disponeva di molta più cavalleria. Disposizione iniziale delle forze contrapposte. Nerone fece molta fatica a superare il terreno che ostacolava il suo cammino verso i Galli impreparati sul fianco sinistro di Asdrubale, e, vedendo l'inutilità del perdere tempo nel cercare di raggiungerli, prese parte dei suoi uomini e li guidò via dai Galli, dietro a Salinatore e a Porcio, che erano occupati nella battaglia, e marciò all'estrema sinistra dello schieramento romano, facendo girare intorno le sue truppe e scontrandosi con gli Spagnoli con una tale intensità e violenza, che gli Spagnoli furono presi dal panico e dalla confusione, finendo tra i Liguri Apuani che continuarono a combattere fino a che non furono sopraffatti. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta l'11 apr 2020 alle 12:41. Il luogo della battaglia indicato sia da DELI (1983) sia da BALDELLI et al. La battaglia del Metauro fu uno scontro decisivo della seconda guerra punica tra Roma e Cartagine, combattuto il 22 giugno del 207 a.C. presso il fiume Metauro, in provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche.. Erika Patrignani, collaborazione grafica. I contenuti presenti sul blog “Daniele Mancini Archeologia”, dei quali è autore il proprietario del blog stesso, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. In questo modo è stato possibile localizzare e studiare una serie di dardi di piombo per fionda conservati nel Museo Civico di Fossombrone e provenienti dai dintorni. © Copyright 2020. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Inizialmente nessuno dei due attaccò battaglia: i 40 000 uomini di Nerone furono impegnati in piccole battaglie in Abruzzo e Salinatore, nonostante l'aggiunta degli effettivi di due delle molte legioni romane distribuite attraverso l'Italia, si avvicinò cautamente ad Asdrubale, consentendogli così di ritirarsi oltre il Metauro e a sud di Senigallia. Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. All'inizio il combattimento fu favorevole ad Asdrubale, i cui elefanti riuscirono a rompere le linee romane e a seminare confusione tra le truppe di Salinatore. Tuttavia gli inviati di Asdrubale furono catturati e i suoi piani finirono nelle mani del console Nerone, che partì in fretta verso nord con 6.000 fanti e 1.000 cavalieri per incontrarsi con Salinatore. Nerone raggiunse velocemente Salinatore, che era accampato a Senigallia assieme al pretore Porcio. Copyright nel menu Presentazione. Nerone ebbe il comando del fianco destro, per affrontare gli inaccessibili Galli. L'importanza della battaglia del Metauro è riconosciuta presso gli storici. Tuttavia, poco dopo l'inizio della marcia, le guide di Asdrubale lo tradirono, abbandonandolo perso e confuso lungo le rive del Metauro, nell'inutile ricerca di un guado per attraversarlo. Sulla base di queste evidenze archeologiche iniziali, è stata progettata un’area di lavoro attorno a Fossombrone, in cui, durante le prime due settimane di luglio 2019, la microprospezione archeologica e la georeferenziazione GPS degli elementi metallici rinvenuti nei campi, sono state realizzate dal team dell’università iberica e quella italiana. Asdrubale si ricordò di aver sentito una tromba nel campo romano, la notte precedente, segnalare l'arrivo di un personaggio importante - un suono che gli era divenuto familiare durante i suoi rapporti con i romani in Spagna - e quindi dedusse correttamente che stava affrontando entrambi i consoli romani. Fase 2: Claudio Nerone attacca il fianco destro dello schieramento cartaginese lasciato scoperto dalla ritirata della cavalleria. Fu Asdrubale a dare inizio allo scontro, concentrando il suo centro e l'ala destra contro le truppe di Livio, che tenevano la sinistra nello schieramento romano. La battaglia del Metauro fu uno scontro decisivo della seconda guerra punica tra Roma e Cartagine, combattuto il 22 giugno del 207 a.C. presso il fiume Metauro, in provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche. INDIVIDUATO SITO DELLA BATTAGLIA DEL METAURO TRA ROMANI E CARTAGINESI, "Questo sito usa i cookies di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. L'ala destra di Asdrubale resse all'assalto e anche i Liguri riuscirono a tenere la posizione. Secondo Juan Pedro Bellon, i primi risultati hanno messo in luce la complessità archeologica del territorio di Fossombrone, in particolare l’ambiente del Monte Aguzzo, in cui il team è stato in grado di documentare oggetti metallici legati ad un episodio di guerra, sebbene per il momento sia difficile associarli direttamente alla Seconda Guerra Punica e in assenza di future campagne per intensificare ed espandere il campionamento archeologico già effettuato nell’area. 1994), Centro di Educazione Ambientale 'Casa Archilei' di Fano, Insediamenti umani dal mare ai Monti del Furlo, Insediamenti umani dai Monti del Furlo all'Appennino, Opere specialistiche di tipo antropico del bacino del Metauro - sommario, LA BATTAGLIA DEL METAURO (207 a.C.), a cura di Aldo Deli, Metodo di studio e come leggere le schede dei Mammiferi, Utenti, sessioni e visualizzazioni di pagina, Contenuto della Banca dati La Valle del Metauro. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. Roma era ancora fiaccata dalle sconfitte subite dieci anni prima e la prospettiva di dover combattere i due fratelli Barcidi (cognome che in punico significava "Fulmine") era vista con grande preoccupazione. È certo che Asdrubale era comunque in minoranza e soprattutto mancava di quella cavalleria che invece abbondava nelle file dei romani. Fiorenzo Sorcinelli, progetto ". Dopo aver eluso in Spagna l'inseguimento di Publio Cornelio Scipione che intendeva sbarrargli la strada, tuttavia, ad Asdrubale era stato impedito lo stesso percorso intrapreso un decennio prima da Annibale, perché il Passo Sommo Pireneo (oggi Perthus) era controllato dai Romani. Se Asdrubale fosse riuscito a riunirsi al fratello, le sorti della seconda guerra punica avrebbero potuto essere differenti, ma forse come sostiene lo Scullard, «anche se l'esito fosse stato diverso, difficilmente ciò avrebbe portato alla conclusione della guerra».[3]. Con la cavalleria romana in rapido avvicinamento e le legioni comandate dai due consoli poco più lontane, Asdrubale si preparò con riluttanza alla battaglia. Factorum et dictorum memorabilium libri IX, Scipione e Annibale, la guerra per salvare Roma, Storia del mondo romano. Bellon ritiene che la validità della metodologia sviluppata dal team spagnolo durante il Progetto Baecula, per l’analisi archeologica di questo tipo di brevi e complessi scenari di conflitto nell’antichità, apre un interessante orizzonte per la ricerca archeologica anche sulla Battaglia del Metauro. Tale zona sinuosa del Metauro, la prima che s'incontra partendo dalla foce, non può essere altra che quella delle grandi curve dei due meandri che il fiume realizza fra Borgaccio-S. Oliviero e fra Tavernelle-Montebello (....)". Restò in Italia ancora fino al 203 a.C., relegato nel Bruzio da Roma. Centro di Educazione Ambientale 'Casa Archilei' di Fano Per contro, gli studiosi (a partire dal XV secolo) hanno indicato numerose località che vanno dalla bassa fino alla media valle del Metauro, tanto sulla riva sinistra che sulla destra (Balze di Ferriano e S. Angelo, zona di Montebello S. Oliviero, Sterpeti, zona di Fermignano, ecc.). Ogni argomento presente nella Banca dati riporta il nome dell'autore, la data di stesura e dell'ultimo aggiornamento. [1] La Battaglia di Zama ha visto il coinvolgimento di una coorte di guerrieri marrucini provenienti dalla mia città, Chieti, l’antica Teate Marrucinorum e di cui ho raccontato in Herius e Pleminius e Haralio e continuerò anche sabato 10 agosto in: Grazie, articolo molto interessante. I Galli infatti ora temevano e rispettavano i Cartaginesi e, non solo lasciarono passare Asdrubale attraverso il loro territorio senza aggredirlo, ma addirittura andarono ad ingrossare le file del suo esercito. Il Metauro «fu un evento decisivo nella storia mondiale e una vera benedizione per Roma», come sostiene lo Scullard. I testi e le immagini sono di proprietà dei rispettivi autori: per un loro utilizzo occorre richiedere l'autorizzazione

Igiene Triassi Pdf, Cosa Mangiare A Napoli, Liceo Galilei Pescara Open Day 2019 2020, Parcheggio Residenti Firenze 2020, Dribbling Significato Calcio, Come Si Dice Martedì In Inglese, Aloha 'oe Ukulele, Temi Da Trattare, Attivazione Pec Aruba,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *